A Noci torna “Asterischi di Cittadeilibri”, la letteratura dei grandi

A Noci torna “Asterischi di Cittadeilibri”, la letteratura dei grandi
15 Ago 2015

locandina asterischi A3Metti uno dei più famosi commentatori di basket italiani, unisci uno scrittore di grido, tra l’altro padrino della manifestazione; mescola con un cronista di nera napoletano e con una giallista di razza della nostra amata Puglia; insaporisci con uno scrittore che ama la nostra regione, ma vive al Nord; impiatta con l’aggiunta di una finalista del premio Strega 2014 e un’appassionata di bel canto, ed annaffia il tutto con ottima musica che spazia dai classici italiani e internazionali agli standard jazz.

E’ questa la ricetta della seconda edizione di “Asterischi”, la letteratura dei grandi di Cittadeilibri. Uno spazio dedicato agli adulti (giovani genitori e nonni) allestito a Noci in Largo Torre e che si animerà dal 19 al 21 agosto prossimi.

Ogni sera, dalle 20.30 in poi, scrittori e musicisti si alterneranno per dare vita ad una manifestazione che conferma la vocazione di Noci ad essere non soltanto contenitore d’eccellenza per l’enogastronomia, ma cittadina aperta alla cultura a 360 gradi.
Anche per questo motivo l’amministrazione comunale, assieme alla consulta delle associazioni, è stata felice di accogliere un programma composito, ma equilibrato che racconta di passioni, anche sportive, di amori, di misteri, di rivincite e di tradizioni.

A dare il via ad “Asterischi”, il 19 agosto, sarà il giornalista sportivo Sky Flavio Tranquillo autore di “Altro tiro, altro giro, altro regalo”, il racconto di uno degli sport più belli del mondo attraverso aneddoti e storie di chi ha fatto della passione per il basket una professione. A seguire il poliedrico Luca Bianchini ed il suo “Dimmi che credi al destino”, la storia di Ornella e l’amore per la sua libreria, le sue diverse vite e la sua forte fiducia nel futuro.

Il 20 agosto l’incanto per il cinema partirà da Ostuni con Angelo Roma per contagiare tutta Noci, un amore che ha andate e ritorni, denso di nostalgia per gli ulivi, per il vento e l’aria di Puglia. “Ancora più vita” ci farà sognare e pensare che non c’è posto più bello della terra d’origine.
Una doppia presentazione chiuderà la serata. Quella di “Spaghetti all’assassina” di Gabriella Genisi e di “L’assassino non sa scrivere” di Stefano Piedimonte. Due modi diversi per costruire un giallo, gli sguardi di due scrittori di razza provenienti da due tra le regioni più difficili del Sud Italia.

Il 21 agosto spazio alla napoletanità di Antonella Cilento, già finalista del premio Strega 2014. “Bestiario napoletano” ci riporterà “le categorie umane e animali che abitano Napoli e la percorrono, nel tempo e nello spazio, prendendo forma in una girandola di tipologie, dove i riti antichissimi di una città eterna accompagnano il lettore dentro e oltre i tanti luoghi comuni di Napoli e di quell’umanità speciale che da sempre la abita”. Chiuderà la manifestazione una presentazione/spettacolo nata dal libro di Maria Grazia Pani “TeatrOpera”. Una rappresentazione della dimensione composita del teatro d’opera, tenendo conto della sua storia e della necessità di avvicinare un pubblico nuovo ad un genere musicale che ha fatto grande l’Italia nel Mondo.

Tutto questo è “Asterischi di Cittadeilibri”. Un appuntamento immancabile.

Share

Annamaria Minunno

Lascia un commento