Asterischi di Cittadeilibri, torna a Noci il festival dedicato ai libri dei grandi

Asterischi di Cittadeilibri, torna a Noci il festival dedicato ai libri dei grandi
11 Ago 2016

“Asterischi di Cittadeilibri. La letteratura dei grandi” – Noci, dal 24 al 27 agosto 2016

“Asterischi” ed è lo spin off del Family Festival Cittadeilibri, la parte per adulti di una manifestazione che dal 2014 sta popolando di pensieri family friendly alcune città di Puglia e Basilicata.

“Asterischi di Cittadeilibri. La letteratura dei grandi” è un format ideato per il Comune di Noci dedicato a tutti gli adulti che amano leggere e a chi vuole iniziare a leggere, a chi ama la musica ed il teatro. Mette in campo autori nazionali e locali e coniuga diverse arti per sottolineare l’importanza dei veri protagonisti della manifestazione: i libri ed il pensiero.

locandina_asterischi-di-citta-dei-libri-2016Si svolge a Noci, e quest’anno la terza edizione si terrà dal 24 al 27 agosto. Sarà una edizione all’insegna del cambiamento, durante la quale gli autori si alterneranno su diversi temi: la famiglia, la giustizia, la storia, l’immagine, la cronaca, il territorio e lo sport.

 

IL PROGRAMMA 

 

LARGO TORRE

24 agosto – inizio serata 20.15

20.30 Gianni Spinelli “Tutta colpa di Eva”, Gelsorosso
conversa con l’autore Mario Sicolo, docente e giornalista. Interviene Vito Marinelli, regista cinematografico
I grandi personaggi parlano del mondo di oggi. Sono le interviste… possibili, in cui l’autore, partendo da Adamo ed Eva, pone domande provocatorie, dopo aver studiato a fondo uomini e donne che gli stanno a genio. Il risultato è un libro originale e decisamente divertente.

21.10 Antonia Chiara Scardicchio “Madri…Voglio vederti danzare”, Agenzia NFC
conversa con l’autrice Elisa Forte, direttore cittadeibimbi.it
“Alcune madri sono madri da studiare: per le loro incredibili capacità di resurrezione. Perché a risorgere – mentre ancora si vive e quando, seppur ancora in vita, si è già morti – si impara”. Il racconto intenso di una relazione speciale tra una madre e sua figlia autistica. Un viaggio di andata e ritorno nell’ “altro mondo”.

21.55 Matteo Bussola “Notti in bianco, baci a colazione”, Einaudi
conversa con l’autore Alessandra Erriquez, giornalista
Il respiro di tua figlia che ti dorme addosso sbavandoti la felpa. Le notti passate a lavorare e quelle a vegliare le bambine. Le domande difficili che ti costringono a cercare le parole. Le trecce venute male, il solletico, i baci a tutte le ore. Sono questi gli istanti di irripetibile normalità che Matteo Bussola cattura con felicità ed esattezza. Perché a volte, proprio guardando ciò che sembra scontato, troviamo inaspettatamente il senso di ogni cosa. Padre di tre figlie piccole, Matteo sa restituirne lo sguardo stupito, lo stesso con cui, da quando sono nate, anche lui prova a osservare il mondo.

22.40 Francesco Abate “Mia madre a altre catastrofi”, Einaudi
introduce Annamaria Minunno, giornalista. Interviene Francesca Saba, attrice.
È «maoista» ma va in chiesa, è devota al marito ma non rinuncia al collettivo femminista, insegna in una scuola di periferia e fa il bagno al mare anche in dicembre. Se le chiedi perché, ti risponde: lo so io. Se le racconti una cosa, ti risponde: lo so già. È la mamma di Francesco Abate. Nato come una serie social a episodi, questo libro mette in scena i loro dialoghi comici e spesso commoventi. A Noci il reading, in esclusiva regionale, su un libro che a breve diventerà una serie con Piera degli Esposti.

 

LARGO TORRE

25 agosto – inizio serata 20.15

20.30 Gabriella Genisi “Mare nero”, Sonzogno
conversa con l’autrice Antonella Rondinone, giornalista
Una nuova indagine del commissario Lolita Lobosco che dovrà fare chiarezza sulla morte di due giovani, da poco fidanzati che insieme ad altri amici, approfittando del clima invitante, erano usciti per una gita in barca e per delle immersioni subacquee nei pressi di un relitto. La ricerca della verità si rivelerà particolarmente difficile, tanto più che le acque dell’Adriatico nascondono misteri che in troppi hanno interesse a non far venire a galla.

21.10 Amalia Mancini “Verranno i giorni della pace”, Gelsorosso
conversa con l’autrice Elisa Forte, direttore di cittadeibimbi.it
Il vissuto della gente comune in uno dei periodi cruciali della storia di Bari tra guerra e dopoguerra. L’autrice, con una significativa operazione di recupero della memoria, pone al centro della riflessione le drammatiche condizioni di vita e di lavoro di due giovani, una sarta e un marinaio, vissuti all’insegna della paura e delle privazioni negli anni della dittatura e di un’avventura bellica disastrosa.

21.55 Giovanni Longo e Massimo Scagliarini “Niente treni la domenica”, Edisud
conversa con gli autori Antonella Ardito, giornalista. Interviene Maria Teresa De Benedictis, segretario generale della Filt Cgil Puglia
I due giornalisti de La Gazzetta del Mezzogiorno hanno ricostruito con una serie di documenti in parte inediti quella che appare ogni giorno di più la storia del saccheggio della più grande ferrovia concessa d’Italia. Partendo dal granello che ha inceppato tutto l’ingranaggio, l’inchiesta sulle carrozze d’oro partita quasi per caso.

22.40 Marcello Introna “Percoco”, Mondadori
conversa con l’autore Mauro Pulpito, conduttore e attore
Una storia che la città di Bari ricorda ancora, una storia vera che racconta della famiglia Percoco e della loro casa di via Celentano 12. La storia di Franco che nel castello fasullo che i Percoco hanno costruito ha il ruolo dello studente universitario modello fino al terrificante epilogo. Percoco è un romanzo d’esordio che coinvolge il lettore fin dalle prime battute.

 

26 agosto – inizio serata 20.15

LARGO TORRE

20.30 Antonella e Franco Caprio “Nel silenzio parlami ancora”, Besa
conversa con gli autori Beppe Stallone, giornalista
Un romanzo intimistico che dà voce al silenzio. Una storia struggente, dolce e spietata che narra l’avventura di una donna e di una partigiana imbrigliata dal senso di colpa nei ricordi più dolorosi, fino a quando non deciderà di dare ascolto a quella parte di sé che ha sempre ignorato.

21.10 Giuseppe Grossi “Futura memoria. Blackbox, vol. I”, Hyppostyle
presenta Donato Barile, copywriter
Il primo volume di una trilogia distopica ambientata ad Ecrònia, una sconfinata città dove vige l’ordine e ognuno degli abitanti ambisce a far progredire la società. In questa megalopoli che funziona come un perfetto ingranaggio, ripetere il passato è l’unico modo per affrontare il futuro. Riti, vincoli e anniversari spingono la gente a rispettare una memoria quasi sempre crudele e cinica. Perché ad Ecrònia nessuno gioca più, ma tutti conoscono le regole.

21.50 Giacomo Mazzariol “Mio fratello rincorre i dinosauri”, Einaudi
conversa con l’autore Annamaria Minunno, giornalista
Ci sono voluti dodici anni perché Giacomo imparasse a vedere davvero suo fratello, a entrare nel suo mondo. E a lasciare che gli cambiasse la vita. E in questo libro racconta tutto lo stupore, l’amore, la follia necessari per far maturare e crescere un rapporto fraterno speciale.

22.30 Alessandro Mamoli “Pokerface. Da San Giovanni in Persiceto al titolo NBA”, Baldini & Castoldi
conversa con l’autore Emanuele Zotti, giornalista La Gazzetta del Mezzogiorno
Cosa si prova a diventare il primo giocatore italiano della storia a vincere il titolo NBA? Marco Belinelli ha realizzato un sogno, il suo e quello di migliaia di ragazzi che guardano al basket professionistico come un mito irraggiungibile. In “Pokerface” si racconta la sua incredibile ascesa nell’Olimpo del basket svelando la passione che si nasconde dietro la freddezza del campione.

23.10 Fulvio Frezza “Canzoni del tempo”, Florestano
Introduce Annamaria Minunno. Interviene Domenico Mezzina, musicista.
Niente è per sempre e quando lo sai è già tardi. Quando ti accorgi che non c’è più tempo hai dimenticato, e se torni sui tuoi passi, scopri dolorosamente che niente ha più quel sapore, la stessa immagine è mutata irreparabilmente. Il percorso che promette Fulvio Frezza è in un’Italia raccontata dalle canzoni dei più grandi cantautori. Un’Italia indimenticabile per molti.

LARGO TORRE

27 agosto – inizio serata 20.15

20.30 Antonella Millarte “Guida al Buon Gusto di Puglia e Basilicata”
conversa con l’autrice Elisa Forte, direttore cittadeibimbi.it
Il tempo passa, le abitudini alimentari si evolvono: oggi i nuovi “guru” sono gli chef e la curiosità verso i fornelli va di pari passo con il calice. Come affascinare gli ospiti a tavola? Come abbinare vino e birre? Le golose risposte le troveremo nella Guida al Buongusto di Puglia e Basilicata.

21.15 Giulio Cavalli “Mio padre in una scatola da scarpe”, Rizzoli
conversa con l’autore Maria Luisa Sgobba, giornalista Mediaset
Michele Landa non è un eroe, e neppure un criminale. Tutto ciò che desidera è coltivare il suo orto e godersi la famiglia; vuole guardarsi allo specchio e vederci dentro una persona pulita. Ma a Mondragone serve coraggio anche per vivere tranquilli: chi non cerca guai è costretto a confrontarsi ogni giorno con gli spari e le minacce dei Torre e con l’omertà dei compaesani. Michele conosce la posta in gioco, ha perso il lavoro e molti amici, ma è convinto, nonostante tutto, che in quel deserto si possa costruire qualcosa di bello e provare a essere felici.

22.00 Fabio Amendolara “L’ultimo giorno con gli alamari. L’intrigo del brigadiere Santino Tuzi. Un giallo collegato al delitto Arce”, EM (Potenza)
conversa con l’autore Elisa Forte, direttore cittadeibimbi.it
Una storia di giustizia negata. La storia di Santino Tuzi che aveva sollevato sospetti sulla caserma in cui lavorava dicendo ai magistrati di aver visto entrare Serena Mollicone negli alloggi del comandante proprio il giorno della scomparsa della ragazza poi trovata morta. Non ha fatto in tempo a confermare quelle dichiarazioni. Il caso venne archiviato come suicidio.

22.40 Pino Aprile “Carnefici”, Piemme
conversa con l’autore Angelo Rossano, caporedattore Corriere del Mezzogiorno Puglia
Con pagine di rara potenza, appassionate e documentate, forte di reperti e fonti che per troppo tempo sono stati celati, Pino Aprile svela il vero volto di molti dei presunti eroi della storia Patria, ed evidenzia le ripercussioni di questa tragedia negata e cancellata sul Sud. È questa la sua opera fondamentale, la più sconvolgente e ambiziosa. Quella dopo la quale davvero non si potrà più dire: io non sapevo.

23.30 Gabriele Zanini “Ho vissuto”
introduce Annamaria Minunno, giornalista. Interviene Pietro Verna, musicista
Il libro è un percorso sulla vita e su quelle piccole o grandi cose che la rendono unica. Un reading musicale che accompagnerà il pubblico tra le note dei grandi musicisti italiani.

*Gli intermezzi musicali in Largo Torre, tra una presentazione e l’altra, sono a cura dell’associazione “Nino Rota” di Castellana Grotte e dei musicisti Giuseppe Camicia alla chitarra, Linda de Orsi voce e Verio Colella al contrabasso

**In caso di maltempo gli eventi di Largo Torre sono spostati nel Chiostro delle Clarisse, via Porta Putignano

 

Share

admin

Lascia un commento